Uncategorized

Uncategorized (13)

PERCHE' QUESTO AVVISO

In questa pagina si descrivono le modalita’ di gestione del sito in riferimento al trattamento dei dati personali degli utenti che lo consultano. Si tratta di un'informativa che e' resa anche ai sensi degli artt. 13 e 14 GDPR e della normativa di adeguamento a coloro che interagiscono con il servizio web del titolare Comune di PONZANO DI FERMO , accessibili per via telematica a partire dall'indirizzo:www.ponzanodifermo.org ; corrispondente alla pagina iniziale del sito ufficiale del titolare. L'informativa e' resa solo per il sito del titolare e non anche per altri siti web eventualmente consultati dall'utente tramite link. L'informativa si ispira anche alla Raccomandazione n. 2/2001 che le autorita' europee per la protezione dei dati personali, riunite nel Gruppo istituito dall'Art. 29 della Direttiva n. 95/46/CE, hanno adottato il 17 maggio 2001 per individuare alcuni requisiti minimi per la raccolta di dati personali on-line, e, in particolare, le modalita', i tempi e la natura delle informazioni che i titolari del trattamento devono fornire agli utenti quando questi si collegano a pagine web, indipendentemente dagli scopi del collegamento. La Raccomandazione e una descrizione di sintesi delle sue finalita' sono riportate in altre pagine di questo sito.

IL "TITOLARE" DEL TRATTAMENTO

A seguito della consultazione di questo sito possono essere trattati dati relativi a persone identificate o identificabili. Il "titolare" del loro trattamento e' Comune di PONZANO DI FERMO, che ha sede in Via Garibaldi n.58- 63845 Ponzano di Fermo. Oltre che dai dipendenti del Comune di PONZANO DI FERMO , tali dati sono trattati, nel ruolo di Responsabile, Entionline Brescia, che svolge attivita' di gestione e manutenzione dei sistemi informativi per conto del Comune di PONZANO DI FERMO. Alcune operazioni di trattamento potrebbero essere, altresi', effettuate anche da altri soggetti terzi, ai quali il Comune di PONZANO DI FERMO affida talune attivita', o parte di esse, funzionali all'erogazione del servizio. In tal caso detti soggetti saranno designati come responsabili o incaricati del trattamento. Ai responsabili o agli incaricati, eventualmente designati, il Comune di PONZANO DI FERMO impartira' adeguate istruzioni operative, con particolare riferimento all'adozione delle misure minime di sicurezza, al fine di poter garantire la riservatezza e la sicurezza dei dati. I dati possono inoltre essere comunicati, in caso di richiesta, alle autorita' competenti, in adempimento ad obblighi derivanti da norme inderogabili di legge.

RESPONSABILE DEL TRATTAMENTO

La societa' ENTIONLINE via Triumplina 183/B 25136 BRESCIA e' stata designata Responsabile del trattamento ai sensi dell'articolo 29 del Codice in materia di protezione dei dati personali, in quanto incaricata della manutenzione della parte tecnologica del sito.

LUOGO DI TRATTAMENTO DEI DATI

I trattamenti connessi ai servizi web di questo sito hanno luogo presso la predetta sede del titolare e sono curati solo da personale dell'Ufficio incaricato del trattamento. In caso di necessita', i dati connessi al servizio newsletter possono essere trattati dal personale della societa' che cura la manutenzione della parte tecnologica del sito, ENTIONLINE (Responsabile del trattamento), presso la sede della societa' medesima. Nessun dato derivante dal servizio web viene comunicato o diffuso, salvo nei casi espressamente previsti dalla legge. I dati personali forniti dagli utenti sono utilizzati al solo fine di eseguire il servizio o la prestazione richiesta e sono comunicati a terzi solo nel caso in cui cio' sia a tal fine necessario.

TIPI DI DATI TRATTATI

  • Dati di navigazione
    I sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento di questo sito web acquisiscono, nel corso del loro normale esercizio, alcuni dati personali la cui trasmissione e' implicita nell'uso dei protocolli di comunicazione di internet.Si tratta di informazioni che non sono raccolte per essere associate a interessati identificati, ma che per loro stessa natura potrebbero, attraverso elaborazioni ed associazioni con dati detenuti da terzi, permettere di identificare gli utenti.In questa categoria di dati rientrano gli indirizzi IP o i nomi a dominio dei computer utilizzati dagli utenti che si connettono al sito, gli indirizzi in notazione URI (Uniform Resource Identifier) delle risorse richieste, l'orario della richiesta, il metodo utilizzato nel sottoporre la richiesta al server, la dimensione del file ottenuto in risposta, il codice numerico indicante lo stato della risposta data dal server (buon fine, errore, ecc.) ed altri parametri relativi al sistema operativo e all'ambiente informatico dell'utente.Questi dati vengono utilizzati al solo fine di ricavare informazioni statistiche anonime sull'uso del sito e per controllarne il corretto funzionamento e vengono cancellati immediatamente dopo l'elaborazione. I dati potrebbero essere utilizzati per l'accertamento di responsabilita' in caso di ipotetici reati informatici ai danni del sito: salva questa eventualita', allo stato i dati sui contatti web non persistono per piu' di sette giorni.
  • Dati forniti volontariamente dall'utente.
    L'invio facoltativo, esplicito e volontario di posta elettronica agli indirizzi indicati su questo sito comporta la successiva acquisizione dell'indirizzo del mittente, necessario per rispondere alle richieste, nonche' degli eventuali altri dati personali inseriti nella missiva.Specifiche informative di sintesi verranno progressivamente riportate o visualizzate nelle pagine del sito predisposte per particolari servizi a richiesta.
  •  

UTILIZZO DEI COOKIES

I cookie sono piccoli file di testo che il server web deposita sul dispositivo con cui l'utente naviga, senza identificarlo. Un cookie non può leggere dati personali salvati sul disco fisso o file di cookie creati da altri siti, poiché le sole informazioni che può contenere sono quelle fornite dall'utente stesso. Le pagine di questo sito fanno uso di cookie secondo le modalità descritte di seguito.

  • Cookies tecnici Questo sito fa uso di cookies tecnici, che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e sono necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito. Tale uso è limitato a cookies di sessione e in generale a cookies di dominio, come cookie di preferenze utente e cookie di monitoraggio (es: BlueStripe.PVN). L'utilizzo di tali cookies in questo sito viene fatto in modo da evitare il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, non consentendo l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
  • Cookies analytics Al fine di facilitare la navigazione nel sito e il modo in cui i visitatori ci arrivano, il sito utilizza Google Analytics, un servizio di analisi web fornito da Google, che aderisce ai principi sulla privacy stabiliti dal governo degli Stati Uniti (US Safe Harbor Privacy Principles), alla cui Privacy Policy si fa rinvio. Per analizzare i punti di maggiore interesse dei siti visitati dall'utente, Google Analytics utilizza i cookies a scopi statistici e raccoglie informazioni in sola forma aggregata, senza associare l'indirizzo IP di navigazione dell'utente a nessun altro dato posseduto da Google stessa. Sono stati adottati strumenti che riducono il potere identificativo dei cookies tramite il mascheramento di porzioni significative dell'IP. Inoltre sono state attivate le impostazioni di Google Analytics opportune affinché Google non incroci i dati raccolti con altre informazioni di cui già dispone.

La navigazione su questo sito comporta l'accettazione delle condizioni d'uso, comprese le funzionalità legate ai cookies che possono essere disabilitati utilizzando le opzioni specifiche presenti nei vari tipi di browser. Salvo quanto sopra indicato, questo sito web non fa uso di altri cookie per la trasmissione di informazioni di carattere personale e non utilizza altri sistemi per il tracciamento degli utenti.

Come disabilitare i cookies (opt-out)

La maggior parte dei browser accettano i cookies automaticamente, ma è possibile rifiutarli. Se non si desidera ricevere o memorizzare i cookies, si possono modificare le impostazioni di sicurezza del browser (Internet Explorer, Google Chrome, Mozilla Firefox, Safari Opera, ecc...). Ciascun browser presenta procedure diverse per la gestione delle impostazioni. Normalmente è necessario accedere alla sezione "opzioni/impostazioni/preferenze avanzate" del browser e qui accedere a una sezione intitolata "Privacy/Sicurezza/Dati". A seconda del browser, è possibile bloccare tutti i cookies, scegliere di bloccare solo quelli delle terze parti, oppure ancora far sì che i cookies vengano cancellati alla chiusura del browser.

FACOLTATIVITA' DEL CONFERIMENTO DEI DATI

A parte quanto specificato per i dati di navigazione, l'utente e' libero di fornire i dati personali riportati nei moduli di richiesta al Comune di PONZANO DI FERMO o comunque indicati in contatti con l'Ufficio per sollecitare l'invio della newsletter, di materiale informativo o di altre comunicazioni. Il loro mancato conferimento puo' comportare l'impossibilita' di ottenere quanto richiesto. Per completezza va ricordato che in alcuni casi (non oggetto dell'ordinaria gestione di questo sito) l'Autorita' puo' richiedere notizie e informazioni ai sensi dell'articolo 157 del Codice in materia di protezione dei dati personali, ai fini del controllo sul trattamento dei dati personali. In questi casi la risposta e' obbligatoria a pena di sanzione amministrativa.

MODALITA' DI REVOCA DEL CONSENSO

Per la revoca di specifici consensi relativi a comunicazioni elettroniche (comunicazioni istituzionali, customer satisfaction etc..), conferiti all'atto di richiesta dei vari servizi erogati tramite il portale di Comune di PONZANO DI FERMO, contattare il Titolare del trattamento dei dati all'indirizzo preposto per l'esercizio del diritti e indicato nel paragrafo specifico della presente informativa. Inoltre, con riferimento ai singoli servizi di newsletter e' possibile revocare l'iscrizione mediante i link forniti in calce alle mail di invio delle newsletter in oggetto.

MODALITA' DEL TRATTAMENTO

I dati personali sono trattati con strumenti automatizzati per il tempo strettamente necessario a conseguire gli scopi per cui sono stati raccolti. Specifiche misure di sicurezza sono osservate per prevenire la perdita dei dati, usi illeciti o non corretti ed accessi non autorizzati.

DIRITTI DEGLI INTERESSATI

I soggetti cui si riferiscono i dati personali hanno il diritto in qualunque momento, di ottenere la conferma che sia o meno in corso un trattamento di dati personali che lo riguardano, di ottenere l'accesso a tali dati e alle infomazioni correlate, di ottenere la rettifica dei dati inesatti, di chiedere la cancellazione dei dati, la limitazione, la opposizione al trattamento e la portabilità dei dati in conformità agli artt. da 15 a 21 del GDPR.
Le richieste vanno rivolte:

  • via e-mail, all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • via fax
  • oppure via posta, al Via Battistero n. 4 - 13900 Biella.

RESPONSABILE DELLA PROTEZIONE DEI DATI-RPD - DATI DI CONTATTO

Telefono : 0376-803074
Fax: 0376-1850103
E-mail : //www.comune.biella.it/web/Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.">Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

I riferimenti del Responsabile del Trattamento dei Dati sono pubblicati nell’apposita sezione dell’Amministrazione Trasparente – Altri contenuti – Privacy – Responsabile della protezione dei Dati

P3P

La presente informativa sulla privacy e' consultabile in forma automatica dai piu' recenti browser che implementano lo standard P3P ("Platform for Privacy Preferences Project") proposto dal World Wide Web Consortium (www.w3c.org).Ogni sforzo verra' fatto per rendere il piu' possibile interoperabili le funzionalita' di questo sito con i meccanismi di controllo automatico della privacy disponibili in alcuni prodotti utilizzati dagli utenti.Considerando che lo stato di perfezionamento dei meccanismi automatici di controllo non li rende attualmente esenti da errori e disfunzioni, si precisa che il presente documento, pubblicato all'indirizzo www.ponzanodifemo.org costituisce la "Privacy Policy" di questo sito che sara' soggetta ad aggiornamenti.

Lunedì, 08 Febbraio 2016 10:29

Statuto Comunale

Scritto da

 

Martedì, 07 Aprile 2015 15:08

Fatturazione Elettronica

Scritto da

Il Decreto Ministeriale n. 55 del 3 aprile 2013, entrato in vigore il 6 giugno 2013, ha fissato la decorrenza degli obblighi di utilizzo della fatturazione elettronica nei rapporti economici con la Pubblica Amministrazione ai sensi della Legge 244/2007, art.1, commi da 209 a 214.
In ottemperanza a tale disposizione, questa Amministrazione, a decorrere dal 31 Marzo 2015, non potrà più accettare fatture che non siano trasmesse in forma elettronica secondo il formato di cui all’allegato A “Formato della fattura elettronica” del citato DM n.55/2013.
Inoltre, trascorsi 3 mesi dalla suddetta data, questa Amministrazione non potrà procedere ad alcun pagamento, nemmeno parziale, sino alla ricezione della fattura in formato elettronico.
Per le finalità di cui sopra, l’articolo 3 comma 1 del citato DM n. 55/2013 prevede che l’Amministrazione individui i propri Uffici deputati alla ricezione delle fatture elettroniche inserendoli nell’Indice delle Pubbliche Amministrazioni (IPA), che provvede a rilasciare per ognuno di essi un Codice Univoco Ufficio secondo le modalità di cui all’allegato D “Codici Ufficio”.
Il Codice Univoco Ufficio è una informazione obbligatoria della fattura elettronica e rappresenta l’identificativo univoco che consente al Sistema di Interscambio (SdI), gestito dall’Agenzia delle entrate, di recapitare correttamente la fattura elettronica all’ufficio destinatario.

Si invita a scaricare l'allegato avviso per le ulteriori informazioni.

Mercoledì, 12 Febbraio 2014 14:45

Funzionario con potere sostitutivo

Scritto da

 

Il Comune di Ponzano di Fermo, con deliberazione della Giunta Comunale n. 62 del 30/09/2013, ha individuato, ai sensi dell'art. 2 comma 9-bis della Legge n. 241/1990, nel Segretario Comunale pro tempore, Dott.ssa Tria Angela Bernardetta, il funzionario con potere sostitutivo nei procedimenti che non hanno avuto conclusione nei termini stabiliti.

Per attivare il citato funzionario occorre compilare e consegnare al protocollo dell'Ente il documento da scaricare che trovate in allegato.

 

Giovedì, 08 Novembre 2012 14:43

IMU

Scritto da

Calcolo Automatico


Se vuoi andare al calcolo automatico dell' IMU vai al seguente link : Calcolo Automatico


Notizie

Per l'anno 2013 rimane tutto invariato


Nel corso del Consiglio Comunale del 25 settembre 2012, sono stati approvati all'unanimità il regolamento e le aliquote IMU. Nel Quest'ultime sono state calcolate tenendo conto sia della somma incassata con il primo acconto di giugno, sia delle nuove stime fornite dal Ministero sulle aspettative di entrata per questa tipologia di tributo.

suap
(Vai al Sito)

 

Lo Sportello Unico per le Attività Produttive – SUAP è uno strumento di semplificazione amministrativa con il fine di snellire i rapporti tra Pubblica Amministrazione (P.A.) ed utenza.

Con l’entrata in vigore del nuovo DPR n. 160 del 7 settembre 2010  viene adottato il Regolamento per la semplificazione ed il riordino della disciplina sullo Sportello Unico per le Attività Produttive che stabilisce che ogni pratica deve essere presentata esclusivamente in modalità telematica e deve essere gestita telematicamente garantendo l’interoperabilità tra i vari soggetti pubblici.

A seguito dell’accredito al Ministero per lo Sviluppo Economico dei Comuni aderenti al Consorzio di Sviluppo Industriale delle Valli del Tronto, dell’Aso e del Tesino (Piceno Consind), le pratiche inerenti le attività produttive comprese quelle riguardanti l’edilizia produttiva dovranno pervenire al SUAP PICENO CONSIND esclusivamente attraverso il portale, previa registrazione.

 

Tutte le istanze inviate a mezzo PEC non verranno prese in carico da questo servizio.

 

Per maggiori informazioni si potranno contattare gli uffici al seguente link.

Sabato, 01 Gennaio 2000 00:00

La nostra storia

Scritto da

castello_tbIl più antico documento che riporta il nome di Ponzano risale al 1059 ed è contenuto nell´atto con cui un certo Longino, detto Brictulo, dona al vescovo di Fermo Ulderico cento moggi di terra con casali sulla strada che da S. Maria Mater Domini (S.Marco) andava al fiume Ete attraverso il fosso sotto Ponzano detto Rio Petroso.
Ma più importanti documenti e testimonianze rivelano che questa zona era abitata ancor prima del 1059. La presenza della chiesa romanica di S.Maria Matris Domini (oggi detta di S.Marco) ci porta al tempo del tardo Impero Romano. Infatti in questa chiesa si conservano reperti archeologici di quel tempo: un sarcofago, una iscrizione sepolcrale, un capitello corinzio.
Nel 1214 Ponzano esisteva già organizzato come Castello di una certa importanza perché proprio in quell´anno il marchese Aldovrandino, figlio di Azzo d´Este, glielo conferma insieme ai castelli di S.Martino in Plumbarano, Longiano (nel territorio di Fermo al confine con quello di Ponzano), Montone, S.Cipriano.
I territori di questi Castelli col passar degli anni furono annessi alla Città di Fermo, mentre il Castello di Ponzano conservò sempre territorio e comunità distinti, non tanto perché favorito da un impianto di miglior difesa naturale, quanto perché vivificato da una realtà che gli altri non avevano: la Pieve di S.Maria Mater Domini.
Nella primavera del 1415, durante l´avanzata dei Malatesta nelle Marche, il Castello di Ponzano si ribella ai Fermani ed il 2 aprile (1415) viene occupato dai soldati (del Malatesta), mentre il Castello di Torchiaro (ora frazione di Ponzano) è saccheggiato e distrutto.
Il 28 febbraio 1416 sei cittadini ponzanesi tentano, senza riuscirvi, di riconsegnare il Castello ai Fermani. L´effettivo ritorno nella Giurisdizione dello Stato Fermano avviene il 19 luglio 1416.
Nel settembre 1443 fu di nuovo occupato, questa volta dalle milizie di Alessandro Sforza, mentre gli altri Castelli limitrofi (Torchiaro, Moregnano, Longiano, S.Maria Matris Domini) sono incendiati e distrutti.
Solo gli abitanti di Moregnano e Torchiaro hanno il coraggio di ricostruire i propri Castelli. Gli altri, o per mancato accordo o per difficoltà a crearsi un saldo apparato difensivo, preferiscono chiedere asilo ai Castelli vicini: è quello che fanno gli abitanti di S.Maria Matris Domini i quali si rifugiano a Ponzano.
Nel 1449 il Parlamento Generale (di Ponzano) decide di annettersi quel territorio rimasto ancora indiviso ponendo fine a controversie col vicino Monte Giberto che ambisce allo stesso scopo.
Nella relazione si parla non solo di incastellare le nuove famiglie, ma anche del fatto che molte di queste hanno fabbricato le loro case addossate alle mura di cinta del Castello senza provvedere ad innalzare merli né opere di difesa.
La costruzione del Torrione con la porta d´ingresso che oggi ammiriamo, ci portano a questi anni del sec. XV. La sua erezione si è resa necessaria dopo le distruzioni ed i saccheggi del 1415 e del 1443.
E´ il classico Torrione di vedetta e di difesa eretto sull´entrata principale del Castello, con fornici a sesto acuto e con merli di parte ghibellina. Attraverso un basso loggiato si accede all´interno di quello che fu l´insediamento urbano dell´antico "castrum".
Nonostante le ristrutturazioni dei secoli successivi al XV, è ancora riconoscibile la struttura architettonica che doveva avere cinque secoli fa, con piccoli vicoli a destra ed a sinistra, la piazzetta e la via in ripida china che divideva in due l´agglomerato delle case.
Il 28 gennaio 1545 si chiude la lunga vertenza con la Comunità di Grottazzolina per questioni di confini. Con la mediazione del Card. Alessandro Farnese, nipote di Papa Paolo III°, vi è la definitiva acquisizione, per il Castello di Ponzano, dei territori oltre il fiume Ete Vivo: è l'odierna contrada e frazione Capparuccia.
Il 5 aprile 1570, Papa Pio V°, con Motu Proprio, separa il Castello di Ponzano dalla Giurisdizione della Città di Fermo, lo costituisce "Terra", con facoltà d´eleggersi un proprio Podestà con funzioni di Pretore.
Da questo specifico episodio ha preso spunto la Rievocazione Storica "Da Castello a Comune Libero-1570" che viene svolta a Ponzano l´ultima domenica di luglio di ogni anno.
L´attuale denominazione di Ponzano di Fermo è stata assunta il 24 agosto 1862. Per disposizione Governativa, tutti i Comuni con eguale denominazione, per evitare equivoci, furono invitati a recare aggiunte alla principale denominazione ed il Consiglio Comunale deliberava di «completare il nome del Comune con la aggiunta della sua Centrale Fermo, espimendosi Ponzano di Fermo».

FRAZIONE TORCHIARO

torchiaro_tbIl nome, di origine longobarda, richiama il concetto di unità di distribuzione di prodotti agricoli (trokkiu, trog, it. trògolo, truògolo: recipiente per riporre cibi o acqua).
Torchiaro nel 1300 era uno dei castelli di Fermo. Il Castrum Torchiarii era di piccole dimensioni. La parte più antica del XIV sec. è ancora documentata da un porta a sesto acuto, con rifacimenti ancora visibili del secolo successivo.
Il suo territorio era attraversato da un diverticolo della Via Salaria che si distaccava da Ascoli, risaliva a Petritoli e scendeva, da un lato verso il fiume Ete Vivo, dall´altro attraversando il fosso detto Rio, sottostante l´attuale abitato, risaliva nei pressi della chiesa di S.Marco di Ponzano.
Nella piazzetta si erge la chiesa dedicata ai S.S. Simone e Giuda, ricostruita nel 1827 quand´era parroco don Carlo Scoccia. Opera dell´architetto Alessandro Vassalli di Monte S.Giusto, è ad un´unica navata e di struttura semplice.
Un´acquasantiera, arte del sec.XIII, rivela una composizione con reperti romani di epoca imperiale, come pure possono dirsi coeve le due colonne di marmo che sostengono la tribuna della cantoria.
Il 3 e 4 aprile 1415 il Castello di Torchiaro subisce il saccheggio e l´incendio da parte delle truppe del Malatesta. Lo stesso avviene il 30 settembre 1443 al passaggio delle milizie dello Sforza.
Nel 1833, con la suddivisione territoriale dell'epoca, divenne comune appodiato della Comunità di Ponzano.
Nel 1860, con l'Unità d'Italia, ebbe titolo di frazione del comune di Ponzano di Fermo.
A Monterubbiano è conservato un atto di transazione per la determinazione dei confini tra questo Comune e il Torchiaro, risalente al 1763.
L'archivio storico è confluito al Comune di Ponzano di Fermo.

FRAZIONE CAPPARUCCIA

capparuccia_tbLa conformazione del territorio ha portato Ponzano ad espandersi nella pianura del Tenna nel nuovo agglomerato costituente la Frazione Capparuccia.
La rapida trasformazione da zona agricola per antica tradizione a residenziale-artigianale, ha contribuito alla crescita di questo terzo nucleo urbano con servizi e centri commerciali.

Venerdì, 15 Aprile 2011 15:45

Iscrizione Newsletter

Scritto da
{module Newsletter}
Giovedì, 20 Gennaio 2011 11:29

Home Page

Scritto da
bando_fotovoltaico

com_informa

{module Il Comune Informa|rounded}

ponzio_news

{module Ponzio News|xhtml}

agenda

{module Agenda del Cittadino|table}

servizi

{module Servizi ai Cittadini|horz}


in_evidenza

{module K2 Content|none}

Mercoledì, 24 Marzo 2010 21:34

Locali Pubblici

Scritto da

SALA POLIVALENTE

Piano terra PALAZZO CONSILIARE - Via Garibaldi 65
(L'uso della presente sala è consentito esclusivamente per manifestazioni, conferenze, riunioni, mostre e matrimoni)


SALETTA

Piano terra PALAZZO CONSILIARE - Via Garibaldi 67


SALONE

PIANO SECONDO - PALAZZO CONSILIARE - Via Garibaldi 71


LOCALE(sede Centro Anziani La Torre)

PIANO TERRA - SEDE COMUNALE - Via Garibaldi n. 58/a


EDIFICIO COMUNALE(sede Pro Loco)

Via Garibaldi n. 77


SALA POLIVALENTE CAPPARUCCIA

Centro Servizi Istituzionali - Viale Fiume 13


SALETTA RIUNIONI CAPPARUCCIA

Centro Servizi Istituzionali - Viale Fiume 13


SALA C.O.C.(sede Protezione Civile)

Centro Servizi Istituzionali - Viale Fiume 13


CENTRO AGGREGAZIONE CAPPARUCCIA

CAG - Viale Fiume 13


CENTRO AGGREGAZIONE TORCHIARO

CAG - Via Molino Nuovo 5


SEDE CIRCOLO CITTADINO TORCHIARO

Circolo UISP - Via Molino Nuovo 5

Sei qui: Home Il Paese TERRITORIO Mangiare e Dormire Uncategorized