Sabato, 23 Febbraio 2013 10:13

Ordinanza 3/2013

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

OGGETTO: Ordinanza contingibile ed urgente per taglio alberi.

I L S I N D A C O

VISTO il sopralluogo effettuato in data 19/01/2013 dall'Agente di Polizia Municipale e la relativa documentazione fotografica allegata dalla quale si evince la pericolosità degli alberi e dei rami a ridosso della strada comunale che costeggia l'argine fiume in Contrada Piane della Frazione Torchiaro di Ponzano di Fermo ricadenti nel terreno di proprietà dei Sig.ri MARMORE' Gina, nata a Monterubbiano il 02/10/1954, residente in Ponzano di Fermo, C,da Forestieri, 4 e VERDUCCI Ivo, nato a Ponzano di Fermo il 15/09/1950 ed ivi residente in C.da Forestieri, 4 individuato al Foglio n. 13, particelle n. 65, 374, 372;

ACCERTATA l'esistenza di una effettiva pericolosità delle piante segnalate e che le sollecitazioni atmosferiche potrebbero far schiantare definitivamente e rovinosamente a terra invadendo la strada sottostante;

CONSIDERATA l'effettiva impossibilità di evitare l'abbattimento delle n. 3 piante di cui sopra in quanto l'erosione del fiume sottostante ed il peso della neve dei giorni scorsi ha reso irreversibile lo sradicamento delle stesse e la loro successiva pericolosa prospicienza sulla carreggiata sottostante;

RITENUTO pertanto indispensabile procedere con urgenza all'abbattimento delle suddette piante della specie pioppo, al fine di eliminare il potenziale pericolo incombente che minaccia l'incolumità dei cittadini sia per la tutela privata che soprattutto per quella pubblica;

VISTO che nella fattispecie ricorrono le condizioni di interesse pubblico di cui all'art. 54 comma 2 del T.U. delle leggi sull'Ordinamento degli Enti Locali approvato con Decreto Legislativo n. 267, del '18 agosto 2000;

RITENTUTO altresì necessario adottare i conseguenti urgenti provvedimenti;

VISTA la Legge Regionale Marche n. 7/1985 e succ. mod. ed integrazioni;
VISTA la Legge Regionale Marche n. 6/2005 e succ. mod. ed integrazioni;
VISTO il Decreto Legislativo 18 agosto 2000; n. 267

O R D I N A

Ai Sig.ri MARMORE' Gina e VERDUCCI Ivo, sopra meglio generalizzati, risultante dagli accertamenti effettuati proprietari del terreno dove insistono gli alberi (n. 3 come indicati dalla documentazione allegata di seguito riportata – Allegato 2) di cui sopra, per i motivi sopra esposti, all'abbattimento, entro 10 giorni consecutivi e continuativi, delle piante segnalate e ritenute pericolose, appartenenti alla specie pioppo, radicate sul proprio terreno prospiciente ed antistante Via Piane della Frazione Torchiaro del Comune di Ponzano di Fermo, demandando eventualmente l'esecuzione a chi per esso, previa comunicazione del nominativo, sotto la sorveglianza dell'Autorità Comunale.

PRESCRIVE

Qualora ne ricorrano le condizioni, l'applicazione ed il rispetto delle seguenti disposizioni:
• L'area lavori dovrà essere transennata ed isolata, con la presenza di movieri a terra (a cura dell'impresa operante) durante la movimentazione dei mezzi, materiali o carichi sospesi, nonché durante le fasi dell'abbattimento sulla sede stradale degli alberi ad alto fusto, al fine di garantire la totale sicurezza;
• Il richiedente dovrà provvedere alla collocazione di segnali atti ad informare l'utenza dei provvedimenti assunti con la presente ed a coprire i segnali preesistenti eventualmente contrastanti con la nuova regolamentazione. Al termine dei lavori dovrà essere ripristinata la segnaletica originaria vigente in loco;
• Eventuali segnali di divieto di sosta, (inizio divieto e fine divieto) affinché possano avere efficacia, dovranno essere posizionati almeno 48 ore prima della decorrenza della presente, riportandone il periodo di validità;
• In coso di chiusura al traffico di una o più strade, dovrà essere predisposto il relativo percorso alternativo concordato con la Polizia Municipale ed attuato con idonea e regolamentare segnaletica di cantiere;
• In caso di inosservanza dell'applicazione dei provvedimenti previsti nella presente, potranno essere sospesi i lavori, fatti salvi gli accertamenti sanzionatori previsti dalla normativa vigente in materia;
• Tutta la segnaletica prevista nella presene Ordinanza dovrà essere attuata nelle forme previste dalla normativa vigente (art. 21 del C.d.S. e relativi articoli di regolamento di esecuzione) integrata dal Decreto Ministero Infrastrutture e Trasporti del 10/07/2002 (G.U. 26/09/2002). Pertanto il soggetto a cui è indirizzato il presente atto o chi per lui, dovrà sempre comunicare per iscritto con almeno 48 ore di anticipo, al Comando di Polizia Municipale, la data e l'ora di attuazione della presente Ordinanza, il nominativo del responsabile della corretta attuazione dell'Ordinanza, ed in particolare della posa della segnaletica e dell'adozione di tutte le misure atte a garantire la sicurezza della circolazione stradale;
• La rimozione del materiale di risulta proveniente dall'abbattimento e taglio delle piante in questione.

INGIUNGE

Che qualora il proprietario o chi per esso, non dovesse ottemperare a quanto ordinato entro i termini sopra indicati, i lavori saranno effettuati d'ufficio e le spese sostenute saranno imputate a suo carico e riscosse nelle forme previste dalla vigente legge, facendo comunque salva l'applicazione delle ulteriori sanzioni previste in caso di non ottemperanza, dal Codice Penale;

DISPONE

• Che copia del presente provvedimento sia immediatamente trasmesso e notificato come da prassi consuete e/o procedure di rito a:
- MARMORE' Gina, nata a Monterubbiano il 02/10/1954, residente in Ponzano di Fermo, C,da Forestieri, 4;
- VERDUCCI Ivo, nato a Ponzano di Fermo il 15/09/1950, residente in Ponzano di Fermo, C,da Forestieri, 4;
• Che copia del presente verbale sia altresì trasmesso:
o Al Coordinatore Provinciale del Corpo Forestale dello Stato per quanto di competenza, ai sensi dell'art. 29, 2° comma della Legge Regionale Marche n. 6/2005 e s.m.i.;
o All'Albo del Comune;
• Che la presente Ordinanza ha validità riferita esclusivamente alla durata dei lavori, da eseguirsi comunque entro e non oltre 10 giorni consecutivi e continuativi, a partire dalla data del presente provvedimento;
• Che ai fini di compensare il taglio delle piante indicate, ai sensi dell'art. 6, 1° comma, della L.R. n. 7/85 e s.m.i. con la legge forestale n. 6/2005, fermo restando le indicazioni impartite al richiedente nel corso del sopralluogo effettuato dal Tecnico Comunale, il richiedente dovrà piantumare almeno n. "6" (sei) piante autoctone il cui elenco si allega alla presente (Allegato 1) dandone tempestiva comunicazione all'Ufficio Comunale competente.

Avverso il presente provvedimento può essere proposto ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale entro 60 giorni, ai sensi dell'articolo 21 della legge 6 dicembre 1971, n. 1034 ovvero ricorso straordinario al Capo dello Stato entro 120 giorni, (D.P.R. 24/11/1971 N. 1199) decorrenti dalla notifica della presente.
Il Vigile Urbano è incaricato della esatta esecuzione della presente ordinanza.

Letto 2329 volte
Altro in questa categoria: « Ordinanza 2/2013 Ordinanza 4/2013 »
Sei qui: Home Ordinanze Ordinanza 3/2013